Lo spumante dal mare - Valomet

Nel 2006, l’associazione agricola di Vrbnika ha condotto un esperimento, collocando delle bottiglie di spumante all’interno di casse sigillate, poi immerse nel mare a una profondità di circa trenta metri. In effetti, a quella profondità la temperatura si stabilizza a 12 gradi, ideale per la fermentazione dello spumante.

Il luogo in cui l’esperimento è stato condotto si trova a circa mezzo miglio dalle rive di Vrbnik, dove i pescatori non gettano le loro reti e le bottiglie rimangono indisturbate.
I risultati hanno sorpreso tutti: lo spumante “di mare” era molto più buono di quello delle cantine.

Ciò che ha contribuito alla qualità del prodotto sono stati di sicuro il buio, la pace, il silenzio, ma anche la pressione esercitata sulle bottiglie che, in mare, è maggiore di quella della cantina.

La maturazione dello spumante sul fondo del mare è, per ora, un metodo unico al mondo. Il Valomet viene realizzato esclusivamente con il vitigno autoctono Vrbnička žlahtina. Gli spumanti, di solito, sono prodotti in tre diverse varietà, di cui una è rossa. Allo spumante viene aggiunto anche un po’ di liquore, i cui ingredienti sono il segreto di ogni produttore. Poiché lo žlahtina è abbastanza dolce, nel Valomet non viene aggiunto alcun liquore, perciò lo spumante è secco e non contiene zucchero.

Oltre al particolare metodo di fermentazione e all’eccellente qualità, lo spumante si distingue anche per il design. Le bottiglie si presentano, infatti, in maniera straordinaria, con frammenti di corallo e conchiglie, risultato di diversi mesi trascorsi sul fondo del mare; è stato deciso di non cambiare il loro design naturale.
Ogni bottiglia riporta solo una piccola etichetta, su cui c’è scritto “Spumante Valomet PZ Vrbnik”.

Il Valomet si è aggiudicato finora numerosi riconoscimenti e premi, sia per la qualità, sia per il design.