Dobrinj

Sulla parte orientale dell’isola di Veglia si trova il comune di Dobrinj, con l’omonimo centro. Dobrinj sorge su una collina alta circa 200 m ed è uno dei castelli medievali che, nel passato, furono la culla dell’alfabetismo croato.

Un monumento di particolare valore di questo bellissimo villaggio è la chiesa parrocchiale dedicata a Santo Stefano, menzionata già nel 12 secolo.

L’importanza di Dobrinj come centro glagolitico, è testimoniato da una serie di documenti ed epigrafi.

L’area di Dobrinj è stata per secoli a forte vocazione agricola. Gli abitanti si dedicavano anche all’allevamento del bestiame, alla coltivazione delle olive e alla raccolta del legname nei ricchi boschi circostanti. Il villaggio è noto anche per il suo pittoresco costume tradizionale, per le manifestazioni folcloristiche, per la scuola di sopele (strumenti a fiato dell’isola di Veglia) e per la cucina tradizionale. Nel villaggio dominano le case di pietra autoctona e le strette vie, sempre di pietra, che odorano di tempi passati.

Nei pressi di Dobrinj si trova la grotta Biserujka, che lascia senza parole per la bellezza e la particolarità delle sue forme. È l’unica grotta sull’isola, tra le oltre 50 presenti, a essere attrezzata per ricevere visitatori. Stando alla leggenda, la grotta Biserujka (biser vuol dire gioiello) si è guadagnata questo nome in virtù del tesoro rinvenuto proprio al suo interno, appartenente, si dice, a pirati locali.

Virtual tour